Follow by Email

venerdì 10 febbraio 2012

sono molto in bolletta come genere di ragazza.


anche se non ne scrivo mai, ma credetemi anch'io lavoro ogni tanto.
ieri ero così stanco che mi sono addormentato alle cinque del pomeriggio..e stamattina mi sono svegliato alle sette..bello fresco..
quando ti svegli bello riposato e così di buon ora ti sembra di avere le giuste energie per affrontare la tua giornata nel migliore dei modi.
la bialetti è sul fuoco (le cialde della nespresso sono in esaurimento). la finestra della camera da letto è spalancata sui 2 gradi di una roma grigia e già intasata dal traffico. io che rifaccio il letto e mentre corro a spegnere la moka ritiro i panni stesi in soggiorno. riesco persino a telefonare a mia sorella che ormai mi dava disperso e sepolto dai 3 centimetri di neve che hanno paralizzato la capitale.
preparo la borsa della palestra e mi faccio addirittura una spremuta di pompelmi rosa.
mi sento un leone e sono sicuro che sarò zen tutto il giorno a lavoro, soprattutto dopo aver fatto ginnastica dolce con le ultrasettantenni del quartiere.
quando ti svegli riposato e così di buon ora ti sembra di avere le giuste energie per affrontare qualsiasi cosa...
.. fino a quando il tuo coinquilino non si sveglia e trovandomi per la prima volta dopo mesi sveglio e tranquillo a casa  decide di avere la maturità che a me manca di piazzare sul tavolo della cucina una montagna di bollette non pagate.
per un attimo mi consolo vedendo la disperazione assalire entrambi.
ma come fanno le famiglie?
eppure non mi compro un paio di jeans da una vita, e sono lontani i tempi in cui morivo dietro ad una cinta di yves saint laurent.
rifletto. rimetto il latte in frigo. il latte di soia biologica da tre euro e novanta.
tre euro e novanta?
si.
ah però.
effettivamente mi tratto bene.
mangio seitan più caro della carne kobe. salmone scozzese che prima di morire ha chiacchierato e riso con i pescatori. ho il mutuo da natura sì. il congelatore scoppia e ho sempre l'impressione di non avere nulla da mangiare. sul frigo i mille magneti dei viaggi che ho fatto. ho sky , fastweb e una succursale della apple..
..e a fine mese sempre con le pezze al culo..
chiavetta o key in mano ed effettuo il primo bonifico.
the secret docet : sono ricco , ricchissimo e sto persino arricchendo le tasche del condominio, dell'eni, dell'acea e dello stato.
mi sento di nuovo bene.
le settantenni mi aspettano.
http://www.thesecretitalia.it/


8 commenti:

  1. ...e la crisi è arrivata anche nel tuo blog!!!

    RispondiElimina
  2. la serenità arriva con l'accettare quel che si è...bada bene che ho detto "accettare".

    RispondiElimina
  3. c'è grossa crisi...
    accettare con l'accetta ovvio.

    RispondiElimina
  4. hai dimenticato il sorso di aloe vera ....

    RispondiElimina
  5. Un sorso di aloe e riparti di slancio!
    Aloe ma che dico vera, verissima..!!!
    Raccolta nella foresta pluviale del Borneo dove centinaia di uomini hanno perso la vita x estrarne il prezioso succo.
    Prezzo al litro: 47€

    RispondiElimina
  6. e invece a multe come sei messo??sbaglio o un comune lombardo ti ha dedicato una piazza mentre alemanno, non appena si riprende dal casino in cui si è cacciato, provvederà al piu' presto??????

    RispondiElimina
  7. finalmente uno scintillio d'irriverente ironia nello sconfinato piattume macrobiotico dell'etere. come un bel piatto di puttanesca o arrabbiata: saporita idea nel parto dei post, DAVVERO! complimenti!

    RispondiElimina
  8. quasi 2 anni a roma e non ho ancora visto la pulizia della strada sottocasa.. alemanno ha poco da erigermi..preferivo pagare multe a milano..per lo meno pulivano..

    @mauro : grazie mille davvero! non immagini quanto un accostamento culinario sia azzeccato..

    RispondiElimina