Follow by Email

venerdì 28 settembre 2012

il post ibiza

la isla blanca ha stregato tutti.
è stata mia complice nel far ricredere coloro convinti fosse solo un posto per coatti.
mia sorella e mio cognato hanno addirittura perso il volo. loro dicono per un malinteso nel leggere il tabellone delle partenze, ma secondo me non è stato altro che la loro inconscia voglia di restare un giorno in più.
questa sera l'appartamento di carrer muntaner è silenzioso.
siamo rimasti in quattro dei venti che eravamo.
come abili api operaie rimettiamo a posto tutto. pieghiamo i vestiti indossati e tutti quelli che credevamo di poter indossare, come commesse di zara alla vigilia dei saldi.
le valigie sono pronte.
e noi pronti ad uscire.
l'ultimo giro di chupiti al dome.
l'ultimo giro di chupiti all'angelo.
l'ultimo giro di chupiti al soap.
e perchè no, l'ultimo giro di chupiti all'anphora.
siamo già un pezzo avanti quando lo spettacolo del sucia inscena una sorta di baccanale sul palco.
un sacerdote porge del vino ai suoi discepoli che a loro volta lo versano sul corpo nudo di un adone coricato sul tavolo sacrificale della messa.
scatto una foto di me e terri con l'ultimo drink in mano, mentre lei ridendo mi confessa di quanto la scena la faccia arrapare.
sono le cinque del mattino.
spegnamo le sigarette. dico per l'ultima volta al security all'ingresso che sono un terrorista calabrese e che ho bisogno di un security check.
ci infiliamo in dark per cercare la gialla.
ridiamo, e ridiamo chiamandola.
la gialla è in ufficio e distribuisce braccialetti free entry.
è ora di andare.
un taxi ci porta a ritirare le valigie a casa. e poi subito in aeroporto.
scattiamo un'altra foto all'ingresso del terminal.
facce sorridenti. facce che non riavremo così per parecchi giorni una volta  a casa , e soprattutto a lavoro.
salutiamo veronika ai security.
noi tre prendiamo posto in aereo, come all'andata.
e poi, il blackout.

sono ore che dormo profondamente sul divano di casa mia a roma.
ricordo il bacio che la gialla mi ha lasciato sulla fronte, prima che chiudesse dietro di sé la porta mentre silenziosamente abbandonava la capitale.
noi non amiamo i saluti. sono troppo tristi per anime teatrali come le nostre.
io però triste mi sveglio, e come tutti gli anni guardo su youtube il video 'my friend' di groove armada.
potremmo averlo girato noi se fosse solo un pò più hardcore.
la depressione post ibiza è la protagonista.
ci ritroviamo in ogni sequenza, dall'arrivo in hotel, al rimorchio in disco alle cantate a squarcia gola in macchina , all'ingresso in gruppo nei bagni dei club.
e ancora le violente emicranie dei risvegli post-sbornia, i flash back a rallentatore degli after parties, i chupiti al bancone, le chiacchiere in spiaggia e le facce sceme.

e poi lei, che sale sull'autobus dopo l'alienante giornata di lavoro, col le cuffie e con lo sguardo perso nei ricordi dei giorni passati, nasconde con le dita le lacrime che iniziano a rigarle il viso.

io invece le lacrime non le asciugo. lascio che scendano copiose.
i groove armada suonano nelle mie orecchie.

giugno in fondo non è così lontano.


-my friend. groove armada. album:lovebox. anno 2002.

                                Whenever I'm down 
                          I call on you my friend 
                         A helping hand you lend 
                         In my time of need 
                         Whenever I'm down 
                          I call on you my friend, 
                          I call on you my friend 




3 commenti:

  1. ...sono in depressione post ibiza...la sento...ah grazie per la meravigliosa canzone..non mi ero mai soffermata sulle parole...
    kiss Dolly Parton

    RispondiElimina
  2. ..l'importante è ritagliarsi nel grigio dei giorni che verranno un pezzo di nostalgico abbandono.. riaffioreranno i sapori acri sul palato e l'afrore del sudore allegro.. ibiza è nel cuore di chi non si traveste ma si veste.. di chi non sorride ma ride.. di tutti quelli che non conoscono i toni spenti, le mezze misure... si parte ogni giorno e, forse nn si arriva mai.. perchè solo questo è il vero viaggio.. Gis...

    RispondiElimina
  3. Sei fantastico!ogni volta ke leggo qls di tuo mi fai fantasticare!bravo!elisa ezy

    RispondiElimina